sabato 30 marzo 2013

Ricetta per la pasta di legno

Bomboniera con orsetto di pasta di legno.
Dopo il post degli orsetti di pasta di legno, alcune di voi mi hanno chiesto la ricetta per realizzarla. 
E così, fruga di qua e scartabella di là, l'ho trovata e anche confrontata con altre trovate su internet.

Gli ingredienti sono:
- 300 g di farina,
- 100 g di segatura,
- 100g di cemento bianco o polvere di ceramica,
- 3 cucchiai di colla vinilica,
- 1 cucchiaio di olio di semi  
- 1 bicchiere di acqua calda

Procedimento:
- Miscelare in una ciotola le tre polveri (farina, segatura, cemento bianco o polvere di ceramica) tutte insieme.
- Sciogliere la colla e l'olio in un bicchiere di acqua calda.
- Versare il composto ottenuto nella  ciotola in mezzo alle polveri e amalgamare il tutto; se necessario, aggiungere altra acqua calda.

La pasta ottenuta deve essere elastica e si conserva avvolta nella pellicola, meglio se riposta in un contenitore ermetico.
Si asciuga all'aria, si può colorare prima o dopo l'asciugatura.
E' leggera e resistente, non teme l'umidità.
E' caratterizzata da un aspetto un po' "rustico". Se le si vuole conferire maggiore raffinatezza, è consigliabile macinare la segatura nel macina-caffè, prima di impastarla, per ottenere una grana più fine.


A presto!



56 commenti:

  1. Grazie della "ricetta". Solo volevo chiederti se per cemento bianco si intende lo stucco oppure qualcos'altro?
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è proprio il cemento bianco, ma credo che possa andare bene anche lo stucco in polvere. =)

      Elimina
  2. Grazie della "ricetta"!
    Buona Pasqua a te e a tutta la tua famiglia!
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di niente! Buona Pasqua anche a te! =)

      Elimina
  3. Questa me la pinno, chissà mai che mi attacca l'art attack mania!! Abbbbondante colla vinilica LOL
    Grazie Daniela!
    MammaNene

    SergerPepper.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di niente! Hai messo abbbbondante colla vinilica....fatto?!? =)))

      Elimina
  4. Ciao, che bello il tuo blog, mi sono iscritta subito! Complimenti, le tue creazioni, oltre che bellissime, sono molto originali! Ti seguirò volentieri!
    Se ti va passa a trovarmi, mi farebbe piacere, ti aspetto su:
    prezioseraffinatezze.blogspot.it
    A presto se vorrai e tanti auguri di una serena Pasqua a te e famiglia!
    Rossy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rossy, verrò sicuramente a trovarti al più presto! =)
      Buona Pasqua anche a te!

      Elimina
  5. Bella idea, chissà che io la provi. Mille baci ed auguri

    RispondiElimina
  6. che bello il tuo blog! mi sono appena iscritta e...sono ufficialmente la numero 100!! ;)
    complimenti x i tuoi lavori! a presto e buona pasqua!
    Mila (occhi di feltro)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mila, benvenuta e buona Pasqua anche a te! =)

      Elimina
  7. pasta di legno????Questa proprio non la sapevo!wow proverò!ILe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ile, effettivamente non è molto famosa, ma vale la pena provarla! =)

      Elimina
  8. Credo proprio che appena i bimbi me lo permetteranno la proverò. intanto me la segno. Tanti auguroni di buona Pasqua!

    RispondiElimina
  9. ...e con questo impasto, tu hai fatto quelle cose meravigliose????? Bravissima!!!! Auguri cara, buona Pasqua!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, buona Pasqua anche a te. La mia è un po' diversa dalle tue superlative ricette! =)

      Elimina
  10. Adoro pastrocchiare con questi materiali. Grazie per questa ricetta! Mi sarà davvero utile. Ti seguo molto volentieri! A presto Sarat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara, lieta di esserti stata utile. Fammi sapere come ti trovi! =)
      A presto!

      Elimina
  11. wow, non avevo mai sentito della pasta di legno! molto interessante! :) lisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la provi, fami sapere come ti trovi. =)

      Elimina
  12. Nel delirio della Pasqua mi ero persa questo post! Non vedo l'ora di provarla!!!

    RispondiElimina
  13. Molto interessante! Il tuo blog è ricco di idee creative, mi piace molto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antonella! Provala, è adatta soprattutto per lavorazioni un po' rustiche. =)

      Elimina
  14. Ciao... continuo a sbirciare questa ricetta ma..... dove la trovo la segatura ? Ovvero: ho un pò di segatura mista a legno semi-sbriciolato...ora magari dico una sciocchezza: posso passarla nel mixer di casa?
    Oppure la vendono già pronta?
    Grazie per le info, ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, se il legno che devi "frullare" è in pezzetti troppo grossi e duri rischi di rovinare le lame. Ti conviene usarlo se i pezzettini sono proprio piccoli. In alternativa vendono la segatura già pronta che però non è molto fine, anche se a me piace così com'è. Quella, se vuoi, puoi certamente passarla nel macina-caffè o nel mixer. A presto! =)

      Elimina
  15. ciao,la tua ricetta è fantastica e pensa un po'?Stò tagliando del legno ed ecco come userò la segatura!Grazie è un piacere conoscerti se ti và vieni a trovarmi.

    RispondiElimina
  16. Wow, la pasta di legno!!!!!!!!!!!!!
    Ricetta da provare subito.
    Adoro le cose rustiche, grazie.

    RispondiElimina
  17. Che bella idea e che calore che hanno gli oggetti realizzati con questa pasta. Grazie davvero per aver pubblicato la ricetta, ho sempre amato la pasta al sale, ma abitando sempre in posti dove l'umidità regna sovrana, ho dovuto abbandonare questa tecnica. Ora con la tua ricetta posso tornare a realizzare le mie adorate bamboline e non vedo l'ora di provare la ricetta. Grazie davvero Daniela e u n abbraccio.
    Gabriella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Gabriella per essere passata di qua. Questa pasta non avrà problemi con l'umidità, spero che ti troverai bene. A presto! =)

      Elimina
  18. ciao ciao, mi piacerebbe sapere anche se si puo e come colorarla durante l'impasto. grazio

    RispondiElimina
  19. Ciao, si possono aggiungere piccole quantità di colore a tempera o acrilico all'impasto, e mescolare bene per avere una tinta uniforme. Si può invece amalgamare solo parzialmente per avere un effetto marmorizzato.

    RispondiElimina
  20. Ciao! Nella puntata di ieri sera abbiamo parlato di questa tua creazione! Il link del podcast sul sito della radio: http://www.wipradio.it/2013/11/20/legno-e-ingegno/ oppure puoi riascoltarlo direttamente dal nostro blog! Ciao e grazie!!

    RispondiElimina
  21. Una domanda....sai darmi un'idea dei tempi per farla indurire del tutto? Servon diversi giorni?
    Ho provato la tua ricetta e sembra venuta bene, aspettando che lo stampo x la forma che voglio provare fosse pronto ho riposto tutto in frigo avvolto in pellicola ma ho provato a lasciar fuori due palline x vedere come sarebbe diventata una volta secca....l'ho fatta ieri mattina ma è ancora un po' morbida.... dopo 36 ore!!! É normale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, i tempi di essiccazione dipendono dallo spessore e dalla forma degli oggetti realizzati; per esempio, quelli tondeggianti ci mettono più tempo rispetto alle lastre.
      Inoltre, dipende anche dall'umidità dell'ambiente in cui si asciugano o dalla quantità di acqua utilizzata. Ad asciugatura avvenuta invece il problema dell'umidità non si pone più.
      Direi però che più o meno ci vogliono mediamente 2-3 giorni. Se possibile, ti consiglio di girare gli oggetti, per esporre all'aria ogni loro parte. =)

      Elimina
  22. E 'il mio grande piacere di visitare il vostro sito web e di godere il vostro ottimo post qui. Mi piace molto.
    case in legno

    RispondiElimina
  23. Daniela, non sei brava, sei bravissima!!!
    Il tuo blog è bello e mi soddisfa completamente, io mi sto cimentando nel riciclo creativo e mi piacerebbe fare di questo un lavoro... mi manca spazio in casa :(
    Grazie, grazie e grazie. Ho imparato già due tecniche.
    Cari saluti da Patricia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patricia, ti ringrazio per tutti questi complimenti... spero che continuerai a trovare spunti interessanti in questo mio spazietto virtuale. =)

      Elimina
  24. Ciao vorrei provare la ricetta ma senza cemento che ne dici?grazie ciao ste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ste, non saprei... io non ho mai provato, ma si potrebbe sperimentare aumentando la farina o sostituendolo con lo stucco in polvere.
      Se provi, fammi sapere come viene. =)

      Elimina
  25. Ciao vorrei provare la ricetta ma senza cemento che ne dici?grazie ciao ste

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  27. Buonasera, alla ricerca di prodotti bio per il restauro mi sono imbattuta per caso nella ricetta della pasta di legno e, benché favorevole all'autoproduzione di gran parte dei prodotti in uso, mi domando se nel tempo un ingrediente deteriorabile come la farina non possa rovinarsi e compromettere il lavoro realizzato. Il post risale a marzo 2013, quindi ormai sono quasi quattro anni...potrei sapere se i lavori realizzati hanno dato segni di "cedimento" o se, al contrario, mantengono intatto aspetto e consistenza? Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, confermo che gli oggetti protagonisti di questo post risultano ancora totalmente inalterati, sia nell'aspetto che nella consistenza. =)
      Dani

      Elimina
    2. Grazie mille per la risposta. Buon lavoro

      Marta

      Elimina
  28. ciao , prima di tutto complimenti, poi volevo sapere : ho letto da qualche parte che gli oggetti fatti con la pasta di legno si possono modellare scaldandoli un po, è vero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace, ma non so rispondenti, non ho mai provato e non l'ho mai sentito.
      Se provi, fammi sapere come va.
      Grazie. =)

      Elimina
  29. Salve. Riscrivono. Vorrei cortesemente sapere se la pasta di legno fatta in casa incolla su tavola e su se stessa. Inoltre mi è successo che la pasta asciugando si spacchi un po. Ho seguito le regole dettate dal blog e mi sono chiesto perché. Grazie per la risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonasera, questa pasta di legno incolla sicuramente su se stessa. Quasi certamente anche su tavola, ma per maggiore sicurezza si può applicare nella zona di incollaggio un velo di colla vinilica.
      Riguardo alle crepe in fase di asciugatura, potrebbero essere dovute ad un eccessivo ridotto spessore, nel caso di lastre, o ad una essiccazione troppo rapida, soprattutto nel caso di forme tridimensionali. Si può ovviare a questo problema coprendo gli oggetti con un panno umido o del cellophane nelle prime fasi di asciugatura; l'unico modo è però sperimentare, trovando un equilibrio tra la quantità di acqua dell'impasto, l'umidità dell'aria e la forma e lo spessore degli oggetti.
      Buon lavoro. =)
      Dani

      Elimina

Grazie per il tuo tempo dedicato a lasciarmi un commento.
La tua opinione è preziosa affinché questo blog possa migliorare.
Leggo con vero piacere tutti i messaggi; rispondo direttamente via mail a ciascuno (perchè ciò sia possibile, controlla di non essere "no-reply").
Rispondo sul blog a domande precise la cui risposta potrebbe essere utile anche per altri lettori.
Daniela

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...