venerdì 23 settembre 2016

Lo stesso cielo??? + "INIZIATIVE IN CORSO" #36

Come ho più volte affermato, se c'è una cosa che non mi stanca mai
è osservare il cielo (e l'acqua) con tutti i suoi colori e sfumature, forme e luci.
Sempre diverse, sempre affascinanti.
E quando ho la macchina fotografica a portata di mano, non resisto.... e scatto.

Un tardo pomeriggio del luglio di quest'anno ho assistito
ad un insolito spettacolo dal giardino di casa mia,
anzi, a tre spettacoli in uno.
Non sembra nemmeno lo stesso cielo immortalato nello stesso momento,
ma è proprio così.

Questo è il suo aspetto in direzione sud


questo in direzione nord-est


questo in direzione nord-ovest


Il tutto nello stesso istante.

Altre immagini di cielo e acqua, scattate da me e non solo, sono raccolte
nella mia bacheca di Pinterest dedicata interamente a loro.

***************

Due settimane fa, dopo la pausa estiva, è ripreso il consueto appuntamento con il 
Linky Party dedicato alle iniziative in corso.


Ringrazio tutti coloro che hanno condiviso le proprie iniziative virtuali
e mi scuso se non sono ancora riuscita a parteciparvi,
ma ancora per qualche settimana il poco tempo a disposizione
non mi consente di fare tutto ciò che vorrei.
Anche il mio blog stesso ne risente, con la pubblicazione di meno post
di quanti ne abbia in testa.

Ricordo che tutti possono partecipare a questa raccolta di link,
anche con i post già segnalati nella/e precedente/i puntata/e,
se le relative iniziative sono tutt'ora, o sempre, in corso.
Non c'è limite al numero di link che si possono inserire,
basta solo che non siano fuori tema.

La puntata che inizia oggi si chiuderà giovedì 6 ottobre,
per rinnovarsi il giorno dopo.

Per altre informazioni su questo linky party,
nonché per prelevare il codice html del banner,
invito a dare un'occhiata alla pagina dedicata.

A presto! =)





sabato 17 settembre 2016

L'estate "deco-riciclosa", prima di ripartire con la nuova stagione

La mia estate è stata, per fortuna, caratterizzata soprattutto dal lavoro;
ma qualche ritaglio di tempo è stato anche dedicato alle mie passioni,
declinate soprattutto in piccole creazioni dettate da necessità
pratiche più che decorative.

Dato che il periodo estivo è anche un momento in cui, chi più chi meno,
si sta più lontani dal pc e si passa più tempo all'aria aperta (e meno male!)
ho pensato di fare un post riassuntivo della mia estate creativa,
prima di ripartire con la nuova stagione e le nuove idee.

Se vi siete persi qualcosa, cliccate sui titoli delle varie foto per essere
rimandati al post originale.



Questo progetto è piaciuto molto, ricevendo tante visualizzazioni sia
qui nel blog che nella mia pagina FB.
Si tratta di una tecnica semplicissima per dipingere sul tessuto, 
ma anche su qualsiasi altro supporto,
anche senza saper dipingere, utilizzando al posto dei pennelli
dei tappi di sughero.


Un piccolo attrezzo home-made per mettere a posto una chitarra,
appendendola al muro invece di appoggiarla in giro, 
fatto con dei ritagli di compensato.


Una piccola canotta rispolverata e fotografata, realizzata a filet,
con un grosso pesce sul davanti.

4. e 5. Il nostro pond...

...ovvero il progetto più grande ed elaborato della nostra estate,
nonché la nuova casa dei nostri pesci rossi.
Nel primo post (n° 4) ho descritto come abbiamo allestito e decorato l'esterno,
mentre nel secondo (n° 5) ho parlato invece dell'organizzazione
dell'interno, con le cose fondamentali da tenere presenti per
creare un ambiente confortevole per i pesci.
Prossimamente seguirà un terzo post, con degli accorgimenti adottati
successivamente per far fronte a piccoli problemini sopravvenuti.


La ricetta per una bevanda rinfrescante a base di limone e zenzero,
ottima però anche da gustare calda, perfetta quindi per
le stagioni fredde che stanno per arrivare.


La mia versione di orecchini particolari visti spesso nel web,
adatti a tutti, senza bisogno di lobi forati e privi di clips.


La soluzione ad un problema "logistico", per portare comodamente
al lavoro o in viaggio una bottiglia.
Un accessorio sia da automobile che da passeggio.


Come realizzare palette e sessole ritagliando in pochi minuti
dei flaconi di plastica vuoti.

A presto! =)



venerdì 9 settembre 2016

Il potere cicatrizzante del miele + "INIZIATIVE IN CORSO" #35

Questa estate, come quella precedente del resto, ho avuto qualche problema di ragadi alle dita delle mani, ovvero quei piccoli ma fastidiosi (e parecchio dolorosi) taglietti che si formano sulla pelle per vari motivi, tra cui le prolungate immersioni l'acqua e il contatto con detersivi aggressivi.
Nonostante i tentativi di prevenzione, attuati applicando generosamente creme idratanti e protettive più volte al giorno, il problema può presentarsi lo stesso.
Ma recentemente ho trovato un prezioso alleato naturale: il MIELE.


Ne ho applicata una goccia direttamente sulla piccola ferita e ho messo sopra un cerotto, tenendolo tutta la notte; ebbene, già la mattina seguente il bruciore era notevolmente attenuato, anche dovendo continuare ad usare le mani per svolgere il normale lavoro quotidiano, e il processo di cicatrizzazione è stato incredibilmente veloce. Insomma, sono davvero soddisfatta dell'esperimento e lo consiglio a chi si trova nella stessa situazione.

***********

E oggi, dopo la sospensione estiva,
 riprende il consueto appuntamento quindicinale con
il Linky Party dedicato alle iniziative in corso nei blog.

Per l'occasione, ho creato un nuovo banner:


prelevabile in formato 200x200 px, copiando il seguente codice:

grab button for decoriciclo
<div class="decoriciclo-button" style="width: 200px; margin: 0 auto;"> <a href="http://decoriciclo.blogspot.it/search/label/Iniziative%20In%20Corso" rel="nofollow" target="_blank"> <img src="https://3.bp.blogspot.com/-pIobXp_cXnk/V9GcZeWgP3I/AAAAAAAAKus/T4yeyskqrvESIF9m02eYZQ1R-whN7EbiwCLcB/s1600/iniziative%2Bin%2Bcorso%2Blinky%2Bparty%2B2016%2B220x220.png" alt="decoriciclo" width="200" height="200" /> </a> </div>

e incollabile in modalità html dove volete nel vostro blog, che sia
nel post che partecipa al linky party, nella barra laterale o nell'eventuale
pagina dedicata a questo tipo di iniziative.

Il precedente banner, quello con lo sfondo di jeans, resta comunque valido;
potete scegliere quello che più vi piace e/o che meglio si
accorda con lo stile e i colori del vostro blog.
Entrambi i codici saranno sempre disponibili e prelevabili
nella PAGINA DEDICATA,
dove si trovano anche tutte le informazioni su questa iniziativa
che si rinnova ogni due settimane, sempre di venerdì,
per fare in modo che chi lo desidera possa condividere e pubblicizzare
le proprie iniziative virtuali effettivamente in corso di validità
o manifestazioni "reali" come mercatini, mostre, fiere, ecc...

Questa puntata inizia oggi e si chiuderà giovedì 22 settembre a mezzanotte,
per lasciare il posto a quella successiva il giorno dopo.
Le iniziative che sono sempre in corso, o che hanno cadenza periodica regolare,
possono ovviamente essere riproposte ad ogni puntata.

A presto! =)








martedì 6 settembre 2016

Paletta e sessola fai-da-te, riciclando flaconi di plastica

Finalmente ho messo in pratica questa semplice quanto geniale idea (vista tante volte nel web, per esempio QUI) per ricavare delle utili palette da flaconi di plastica vuoti. 


Basta una semplice forbice un po' robusta (tipo quella da elettricista), un taglio nella posizione più opportuna a seconda della forma, della dimensione del flacone e di cosa si intende ricavarne... e il gioco è fatto in un minuto.

paletta e sessola fai-da-te 2

Conservando solo la porzione di flacone in corrispondenza del manico, si ottiene una comoda paletta, più o meno grande e più o meno piatta, in base alla conformazione del recipiente. Può essere adatta per lavori di giardinaggio, per giocare con la sabbia e, nel caso di quelle più grandi e piatte, anche per le pulizie di casa, in abbinamento con  la scopa.

paletta e sessola fai-da-te 3

Nel caso in cui invece si voglia ricavare una sessola, bisogna conservare anche la parte con il tappo e sagomare il contenitore in base alle proprie necessità di utilizzo. Io, per esempio, la uso per rimuovere dal pond l'acqua in eccesso dopo abbondanti piogge, ma può essere utile anche per travasare terra o sabbia, o per prelevare mangimi e granaglie da grossi sacchi.

Ovviamente, soprattutto nel caso in cui questi nuovi attrezzi fai-da-te vengano a contatto con acqua e/o alimenti, vanno prima accuratamente lavati sia all'interno che all'esterno.

A presto! =)



venerdì 26 agosto 2016

Porta-bottiglia, di plastica all'uncinetto

Come dicevo qualche post fa, ultimamente mi porto al lavoro una bella bottiglia di bevanda rinfrescante-rimineralizzante fai-da-te. Ma mi si è posto il problema del trasporto: dal momento che uso una bottiglia di vetro, perché è più igienica rispetto alla plastica e riutilizzabile all'infinito, non sapevo mai come posizionarla in macchina perché non sbatacchiasse e rotolasse di qua e di là, rischiando ogni volta di rompersi. Inoltre mi è capitato anche di dover camminare per un po' dopo il lavoro... e mi sono ritrovata con la bottiglia in mano, dato che non avevo una borsa in cui riporla. Ed ecco quindi la mia soluzione:


Il porta-bottiglia da trasporto, ovvero una sorta di cestino con tracolla, multi-uso. L'ho realizzato con un filo ricavato da qualche sacchetto di plastica, con il procedimento descritto tempo fa, e l'ho lavorato all'uncinetto.

porta-bottiglia di plastica all'uncinetto, da viaggio e da passeggio 2

Ho iniziato dal fondo, lavorando in tondo a spirale a maglia bassa; poi, senza staccare il filo, ho realizzato il cilindro che costituisce il corpo del cestino, usando la maglia alta lavorata sempre a spirale. Giunta all'altezza desiderata, ho formato la tracolla con una striscia fatta da 4 maglie mezze alte che ho poi fissato dalla parte opposta del bordo del cestino con della maglie bassissime.
Per rifinire, e dare maggiore consistenza e robustezza al porta-bottiglia, ho fatto un giro a maglia bassa che comprendesse il bordo superiore del cestino e il lato della tracolla, uno per parte.

Ora la mia bottiglia, grazie al suo nuovo guscio semi-rigido, può essere tranquillamente trasportata in auto...

porta-bottiglia di plastica all'uncinetto, da viaggio e da passeggio 4

...e portata a spasso

porta-bottiglia di plastica all'uncinetto, da viaggio e da passeggio 3

E quando non viaggia?

porta-bottiglia di plastica all'uncinetto, da viaggio e da passeggio 5

Se ne sta da brava sull'attacca-panni, senza ingombrare la cucina.

A presto! =)


giovedì 18 agosto 2016

Mono-orecchini abbraccia-orecchie... o "ear cuff"

Li ho ammirati tante volte in Pinterest e me ne sono subito innamorata, perché sono orecchini dalla forma un po' particolare, che "decorano" in modo originale tutto l'orecchio, e non solo il lobo. Sono adatti a tutti, dal momento che non necessitano di fori ai lobi, ma allo stesso tempo non sono nemmeno muniti di clips, che a volte sono decisamente fastidiose. Inoltre sono leggerissimi, nonostante le dimensioni un po' appariscenti, quindi confortevoli da portare.

E ho provato a realizzarli anch'io alla mia maniera; con il filo di rame, che è il metallo che prediligo, in abbinamento a perline piccole e grandi, di vario materiale. 


Li ho sempre visti chiamare con il nome inglese ear cuff... che il signor GoogleTraduttore mi traduce in "polsino dell'orecchio"... nome secondo me improponibile. Trovo che "orecchini abbraccia orecchie" sia molto più adatto, nonché descrittivo, dato che è proprio ciò che fanno quando vengono indossati: le volute di filo metallico abbracciano delicatamente l'orecchio e l'apertura può anche essere modellata e regolata per meglio adattarsi ad ogni conformazione.


Per creare il motivo decorativo ci si può sbizzarrire con qualsiasi forma, simbolo o iniziale, si può guarnire il monile con perline di vario genere o altri elementi, avendo sempre come base del filo metallico da modellare secondo l'ispirazione del momento.
Ogni pezzo è unico, per questo io li vedo meglio come mono-orecchini, al limite abbinandone due simili ma diversi, magari uno più grande che faccia da protagonista e uno più piccolo... come comparsa.

A presto! =)

P.S. qualcuno conosce il vero nome italiano di questo tipo di orecchino?
Grazie.


lunedì 8 agosto 2016

Bevanda rinfrescante fai-da-te

Eccomi per una breve incursione estiva in questo mio povero e trascurato blog, con un argomento non certo principale ma nemmeno così insolito in queste pagine virtuali: l'auto-produzione e i rimedi naturali. Nella fattispecie si tratta di una bevanda rinfrescante e ri-mineralizzante fai-da-te, particolarmente utile in questo periodo di grande caldo e copiose sudate, data la sua ricchezza di vitamine, sali minerali e altri preziosi elementi.


La bevanda di cui parlo non è una mia invenzione; ne ho letto molto su internet e gli ingredienti sono pochi e semplicissimi, tanto da usare quanto da reperire. Io ne preparo una bottiglia da un litro al mattino, me la porto al lavoro e ne bevo un fresco bicchiere ogni tanto durante la giornata. Ma sarebbe perfetta da assumere anche al mattino appena svegli, in questo caso meglio se a temperatura ambiente, o addirittura tiepida.

Si prepara in 10 minuti e le dosi che uso io sono le seguenti: 
- il succo di 2 o 3 limoni (circa 200 ml), 
- un cucchiaio di miele (ma volendo si possono impiegare anche altri dolcificanti, dal comune zucchero allo sciroppo d'acero, o altro a piacere), 
- un cucchiaino di zenzero essiccato e macinato e 
- acqua quanto basta per riempire la bottiglia da un litro.
Il procedimento è semplicissimo: spremo i limoni e, con l'aiuto di un imbuto, verso il succo ottenuto nella bottiglia; poi stempero lo zenzero nel miele in un bicchiere a parte, mescolando bene e aggiungendo poco per volta dell'acqua; infine, quando il miscuglio è abbastanza liquido, lo aggiungo nella bottiglia e continuo a riempire con l'acqua fino a riempirla.

Le dosi ovviamente devono essere modificate a seconda dei propri gusti, regolando il grado di asprezza aumentando o diminuendo la quantità di limone, la dolcezza più o meno marcata scegliendo il tipo e la quantità del dolcificante più indicato alle proprie esigenze, e tendendo presente il gusto particolare, fresco ma un po' piccante dello zenzero.
Tutti gli ingredienti di cui è composta la bevanda sono ricchissimi di innumerevoli proprietà benefiche: arci-note sono infatti sia quelle del limone, che quelle del miele, così come quelle dello zenzero (clicca sui link per i relativi approfondimenti).
Oltre ai probabili effetti benefici a lungo termine, è certo che questa bevanda doni immediatamente un piacevole senso di freschezza rigenerante.

A presto! =)


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...